Rincari Trasporti. Sindaci delle Isole Minori Sul Piede di Guerra – Trapani Oggi

I sindaci delle isole minori della Sicilia non ci stanno ai forti rincari relativi alle tariffe del trasporto marittimo ministeriale. Chiedono un intervento decisivo da parte della Regione siciliana, che avrebbe già preso posizione. Primo incontro ieri.I sindaci delle isole minori siciliane, Favignana – Isole Egadi, Lampedusa e Linosa, Leni, Lipari, Malfa, Pantelleria, Santa Maria Salina e Ustica, si sono riuniti in modalità remota per discutere dei problemi riguardanti i forti rincari relativi alle tariffe del trasporto marittimo ministeriale, rincari che hanno creato allarme sociale nelle popolazioni delle isole minori siciliane interessate da questo ulteriore fardello.“Dal 10 maggio – sottolinea il sindaco di Ustica Salvatore Militello – su tutti servizi ministeriali,  essenziali che lo Stato deve garantire alle Isole della Sicilia, è previsto un ulteriore aumento delle tariffe sia per i residenti che per i turisti e proprietari di casa. L’isola di Ustica ha subìto un aumento tariffario già un paio di mesi fa, quando tra la voce “tasse” è stata appunto aumentata quella relativa ai “diritti porto” Palermo portando il costo del biglietto del servizio veloce – quello  utilizzato principalmente dai residenti, ma non i soli – per i residenti da 9,13 euro e 9,81 euro e per la tariffa ordinaria a 24,03 euro. Ora sono venuto a conoscenza, informando di ciò tutti gli altri sindaci, che dal prossimo 10 maggio le tariffe verranno ulteriormente aumentate: la tariffa per i mezzi veloci ministeriali per Ustica sarà per i residenti di 13,25 euro e quella ordinaria di 35,16 euro. Le cause dell’aumento sono sia la convenzione statale che è datata, sia i mancati pagamenti, sia i maggiori costi di gestione (carburante in primis) – aggiunge Militello – ma gli effetti sono devastanti per le Isole”.I sindaci esprimono solidalmente la preoccupazione che tali aumenti, in concomitanza con la stagione estiva ed i recenti rincari delle materie energetiche, possano condannare i territori ad una ulteriore gravissima difficoltà.Stessa situazione nel Comune di Favignana-Isole Egadi Francesco Forgione: “l’annunciato aumento delle tariffe del trasporto marittimo con le isole minori relative alle tratte ministeriali è estremamente grave. La cosa ancora più assurda è che ci sarebbero tariffe diverse tra gli aliscafi sostenuti dalla Regione Siciliana e quelli finanziati dallo Stato. Stiamo pianificando un’iniziativa congiunta di tutti i sindaci delle piccole isole siciliane, ma è importante che facciano sentire la loro voce i parlamentari regionali e nazionali di tutti i partiti, che nei prossimi mesi verranno anche qui a chiedere il loro voto. Il governo regionale intervenga sul governo nazionale e quest’ultimo ritiri la sua decisione”.Fanno appello al Ministero, in coordinamento con la Regione Siciliana che, interpellata in qualità di delegata dal Ministero sull’esecuzione del contratto, ha riferito di avere sul proprio tavolo la questione. L’azione condotta dai sindaci pone l’accento su un intervento immediato per scongiurare tali rincari attraverso un provvedimento di urgenza.Alle Eolie, il costo del biglietto aumenterà del 35% per gli isolani e del 50% per i turisti, a parlare è il vice sindaco di Lipari Gaetano Orto: “l’aumento delle tariffe delle corse degli aliscafi è inaccettabile. La decisione del governo nazionale, è grave. Colpisce tutti i Comuni delle isole minori e le rispettive popolazioni, creando paradossalmente delle tariffe diverse tra gli aliscafi sostenuti dalla Regione siciliana, che non subiranno alcun aumento, e quelli finanziati dalla Stato”, dice. “Siamo pronti a tutto – conclude – e non arretreremo di un solo centimetro su delle scelte che devono essere preventivamente discusse con i governi locali”.Il documento porta la firma dei sindaci: Francesco Forgione, Sindaco di Favignana – Isole EgadiTotò Martello, Sindaco di Lampedusa e Linosa; Giacomo Montecristo, Sindaco di Leni; Marco Giorgianni, Sindaco di Lipari; Clara Rametta, Sindaco di Malfa; Vincenzo Campo, Sindaco di Pantelleria; Domenico Arabia, Sindaco di Santa Maria Salina; Salvatore Militello, Sindaco di Ustica

[leggi su trapanioggi.it]

Condividi: Facebook Twitter

Dì la tua

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.