Egadi Parco Nazionale, Federparchi e Associazioni Scrivono a Cingolani: Serve Tavolo Tecnico

“E’ importante ricercare tutte le strade possibili e impegnarsi per contribuire alla Strategia Europea sulla Biodiversità che prevede entro il 2030 che almeno il 30% del territorio e del mare siano tutelati e lo si può fare dando finalmente vita alle aree protette previste, programmate o in fase di realizzazione.- lo scrivono Federparchi, Legambiente, WWF e Lipu in una lettera inviata al  ministro della Transizione Ecologica –   l La Sicilia, con il suo 20% circa di aree già tutelate, contribuisce in modo molto significativo, ma ha diverse opportunità per dare un ulteriore spinta al raggiungimento dell’obiettivo. Tra queste ci sono i parchi nazionali previsti dalla legge nazionale n.222 del 2007: il Parco degli Iblei, quello delle Egadi e del litorale trapanese e quello delle Eolie. Ci è noto che si sta quasi concludendo l’iter per l’istituzione del Parco degli Iblei. Speriamo che sia così: sarebbe una bellissima notizia. Nel frattempo, abbiamo verificato, in diversi incontri e interlocuzioni, che sarebbe possibile riprendere il percorso per l’istituzione del Parco nazionale delle Egadi e del litorale del trapanese ripartendo dalla proposta concreta e fattibile, definita nell’aprile del 2010, dalla ex Provincia regionale di Trapani e condivisa allora dalle amministrazioni comunali di Favignana, Trapani, Paceco e Marsala e dalla Regione Siciliana: l’ipotesi di perimetrazione metteva insieme le tre isole Egadi, che hanno ancora più urgenza di avere un’area protetta, ed i patrimoni naturali di grande pregio e valore che sono di fronte ad esse, dallo Stagnone di Marsala alle Saline di Trapani e Paceco. Il Parco delle Egadi e del litorale trapanese che vogliamo bisogna, comunque, costruirlo in modo condiviso, dal basso, con la partecipazione delle comunità, delle amministrazioni locali, delle istituzioni e delle associazioni della società civile. A tal fine Le chiediamo di convocare, prima possibile, un tavolo tecnico per riprendere il percorso per completare in tempi brevi l’istituzione del Parco nazionale delle Egadi e del litorale del trapanese, che potrebbe diventare una delle aree protette più importanti e belle non solo della Sicilia ma dell’intero Paese.”

[leggi su parks.it]

Condividi: Facebook Twitter

Dì la tua

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.