Rivolta Nella Lega Trapanese, Valanga di Autosospensioni

TRAPANI – La Lega a trazione Minardo rischia di deflagrare e ad attivare il primo detonatore di quella che rischia di diventare una sequela di “botti” è la provincia di Trapani. Le vecchia guardia, se così può essere definita la compagine che permise alla Lega, attraverso i legami e le amicizie dell’ex parlamentare regionale Livio Marrocco, di iniziare a dire la sua in questo lato di Sicilia Occidentale, ha deciso di farsi da parte. Lui, Marrocco, non ha mai avuto né preteso un posto in prima fila ma ha contribuito con la sua squadra di costruire un percorso politico che ha portato la Lega ad avere addirittura il candidato sindaco alle scorse Amministrative per Trapani: una cosa impensabile fino a prima dell’avvento di Bartolo Giglio (l’allora candidato sindaco ed anche coordinatore provinciale della Lega per circa un biennio) e di Leonardo Torre (attuale commissario della Lega di Erice, anch’egli dimissionario da qualche ora).

[leggi su livesicilia.it]

Condividi: Facebook Twitter

Dì la tua

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.